Tennis, Binaghi e il tetto del Centrale

N.1 Fit, 'Rischiavamo downgrade, ora confido in Sport e Salute'

(ANSA) - ROMA, 19 MAG - "Il primo problema strutturale" degli Internazionali Open d'Italia "è il tetto del Centrale. Non ne sappiamo niente. Siamo sempre stati tagliati fuori e mai informati dalla società che detiene questi impianti, la Coni Servizi, che non ci ha mai informati". Così il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi. "L'unica comunicazione sul progetto del tetto l'abbiamo avuta dall'assessore allo Sport di Roma Frongia, sul fatto che il bando prevedeva il no a qualsiasi aumento di capienza del Centrale, il che ci avrebbe fatto perdere il Master 1000 perché siamo ancora in deroga di 2000 posti con l'Atp. Io le speranze ce le ho dal 9 maggio scorso - ha detto Binaghi- da quando è stato nominato il cda del nostro partner, Sport e Salute, che finalmente vede manager di primissimo livello gestire lo sport italiano, che è una cosa seria. Veniamo da 6 anni di grandi annunci il processo di copertura del Centrale per quanto ne so io è ancora allo stato di partenza".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA