Barelli: scuola e sport, su esenzione Iva intervenga il ministro

Deputato Fi, altrimenti rischio stop per lo sport di base

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - "La Commissione Finanze della Camera con il supporto del Governo ha sorprendentemente bocciato l'emendamento presentato che intendeva confermare l'esenzione dall'Iva per le attività didattiche sportive svolte dalle società sportive": lo fa sapere il deputato di F!, Paolo Barelli. "La questione è emersa drammaticamente con l'art.32 del decreto fiscale presentato dal governo in discussione in Parlamento che, interpretando in maniera errata una sentenza della Corte di Giustizia UE relativa alle scuole guida - aggiunge Barelli che è anche presidente della Federnuoto - rischia se attuato, di mettere in ginocchio l'intero sport di base del paese che già vive mille difficoltà".
    "Chiediamo con forza l'intervento del Ministro dello Sport Spadafora", ha proseguito il Vice presidente della Commissione Finanze, Sestino Giacomoni - per far approvare in aula l'emendamento bocciato in commissione liberando così dallo sconforto il mondo sportivo che a causa dell'irresponsabile provvedimento provocherà un grave aumento dei costi per le famiglie italiane e per milioni di praticanti". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA