MotoGp, Rossi confessa: 'Il ritiro mi spaventa'

'Sarà difficile trovare qualcos'altro, questa è la mia vita'

 "Ho paura di fermarmi, perché sarà difficile trovare qualcos'altro. La MotoGp è tutta la mia vita. Dirigere l'Academy sarà bello e divertente, ma non è la stessa cosa". Alla soglia dei 39 anni (li compirà il prossimo 16 febbraio), Rossi confessa i suoi sentimenti di fronte all'idea dell'addio, conversando con il settimanale tedesco 'Speedweek'.

"Guardo sempre le gare del mondiale delle classi Moto3 e Moto2 con i miei ragazzi dell'Academy. A volte mi sento un po' stanco. Ma poi prevale la mia voglia di continuare a mettermi in gioco". Anche nel 2018, anno in cui scadrà il contratto con la Yamaha, "il primo obiettivo rimane conquistare il Mondiale. Il secondo è vincere le gare, il terzo salire sul podio", dopo un 2017 avaro, chiuso con un solo successo, ad Assen.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA