Nicchi, Rocchi e Fabbri ammettono errore

Caso non era difficile, mi chiedo perché non abbiano comunicato

Gianluca Rocchi e Michael Fabbri hanno fatto mea culpa per l'errore in Roma-Inter. Lo conferma il presidente dell'Aia, Marcello Nicchi, che ha parlato con arbitro e Var del big match al centro delle polemiche. "Hanno ammesso l'errore? E secondo voi, come si fa a dire di no - ha replicato Nicchi ai giornalisti, a margine del Gran Galà del Calcio Aic, a cui partecipa anche Rocchi, sfilato in silenzio sul tappeto rosso - È un errore, purtroppo, siamo dispiaciuti perché è un errore evitabilissimo, non era una situazione difficile".

"Nonostante abbia avuto delle situazioni non semplici, il comportamento dei giocatori è stato ottimo. Questo va a loro vantaggio e dell'arbitro". Così Gianluca Rocchi è tornato su Roma-Inter di ieri, ricevendo il premio come miglior arbitro del 2018 al Gran Galà del Calcio Aic, accolto da tiepidi applausi dalla platea. "Con la Var - ha detto - siamo a buon punto, siamo contenti di questo strumento che ci sta dando nella stragrande maggioranza dei casi grande supporto. Come in tutte le cose dobbiamo migliorare". 

"Gli arbitri più forti del mondo, li abbiamo noi in Italia". Lo ha detto il dirigente della Roma, Francesco Totti, sul palco del Gran Galà del Calcio Aic, dove Diletta Leotta gli ha consegnato il premio alla carriera e gli ha domandato se avrebbe votato per Gianluca Rocchi, eletto miglior arbitro della scorsa stagione, e protagonista ieri di alcuni errori in Roma-Inter. "Ha vinto il premio per lo scorso anno...", ha risposto sorridendo l'ex capitano giallorosso, che ieri a caldo aveva contestato duramente arbitro e Var.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA