Us Acli in campo per periferie Bologna

Giornata dedicata a benessere, inclusione e riscatto sociale

(ANSA) - ROMA, 10 NOV - Lo sport come strumento di benessere, inclusione e riscatto sociale, con le periferie urbane che tornano al centro dell'attività cittadina attraverso la pratica sportiva. E' questo il messaggio che l'Us Acli ha voluto veicolare oggi a Bologna con 'Sport e Periferie'. Una giornata di eventi, dalla consegna di materiale sportivo ai detenuti del carcere della Dozza, all'Hub di via Mattei dove è andata in scena una partita di calcio a 7 tra richiedenti protezione internazionale. Fino ai luoghi simbolici delle periferie urbane, che possono essere anche "sociali ed esistenziali", come ha spiegato il presidente dell'Us Acli, Damiano Lembo. "Oggi - ha proseguito Lembo - le abbiamo conosciute tutte: dal carcere, al centro di prima accoglienza, alle periferie urbane. Abbiamo incontrato persone per cui lo sport è veramente motivo di inclusione sociale e riscatto personale. Persone per cui lo sport è fonte di benessere psicofisico, ma anche scuola di vita, di fair play, luogo di relazioni umane ed amicizie".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA