Dg Pavia si scusa 'era una provocazione'

'Frasi da contestualizzare, non mi riferivo ai miei giocatori'

(ANSA) - MILANO, 16 MAR - "Mi assumo le mie responsabilità per aver pronunciato la frase incriminata. Penso però che per giudicarla nella maniera più corretta sia necessario contestualizzarla e ascoltare il tono con cui l'ho detta. La mia era un'iperbole, una provocazione": così il dg del Pavia Nicola Bignotti in riferimento alle frasi choc da lui pronunciate durante una trasmissione televisiva. Il dirigente del Pavia aveva criticato l'atteggiamento di alcuni giocatori arrivando anche a dire che "farebbe piacere a tutti poterli sciogliere nell'acido". "Non mi riferivo assolutamente ai miei giocatori e al mio gruppo - spiega Bignotti in una nota sul sito del club - del quale ho invece grande stima e con il quale coltivo il sogno di conquistare la B. Sono in questo mondo da 20 anni, conosco e ho conosciuto centinaia di calciatori e una cosa del genere mai mi sognerei neppure di pensarla. Chiedo scusa al mio presidente mr Zhu e alla società tutta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA