Abodi, l'addio di Conte era scritto

Il presidente della Lega di B, all'Europeo con la stessa fiducia

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - "L'addio di Conte? Era già scritto".
    Così il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi commenta l'addio del ct azzurro dopo gli Europei. "Quel momento - continua - è arrivato e penso che questo ci obblighi comunque a guardare agli Europei con la stessa fiducia, intraprendenza e ambizione di prima; poi, ognuno è giusto che prosegua il suo percorso. La scelta di Conte era la migliore in quel momento, ma credo che nel nostro intimo sapevamo tutti che sarebbe stata una scelta a tempo. Non era Conte la persona con la quale costruire un futuro di lungo periodo sulla panchina azzurra".
    Dopo gli Europei, dunque, la Figc avrà "l'occasione per farlo - si dice convinto Abodi - Avendo anche 4 anni di lavoro collegati al ciclo olimpico, non la vedo come una sconfitta ma come un passaggio naturale: in quel momento era Conte, adesso sarà probabilmente il tecnico del futuro a disegnare i prossimi 10 anni della Nazionale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA