Tommasi, Foggia gioca per no a violenti

Presidente Aic aveva chiesto rinvio partita C.Italia

(ANSA) - FIRENZE, 7 MAR - "Il calcio è schiavo di una mentalità: se non ottieni il risultato rischi le minacce e le violenze e questo purtroppo è ancora valido. Avevamo chiesto se era possibile spostare la partita ma è stato deciso di giocarla lo stesso per non darla vinta a chi ha aggredito i calciatori del Foggia ed ha utilizzato l'essere tifoso per minacciare e mettere in pericolo la squadra". Lo ha detto il presidente dell'associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, commentando l'assalto al bus del Foggia ed a margine della cerimonia di assegnazione della 'panchina d'Oro'. "Speriamo vada tutto bene e che sia un modo per dare il giusto messaggio in quella che deve essere solo una gara di calcio - ha ripreso riferendosi all'incontro di Coppa Italia di Lega Pro in programma domani tra Foggia e Siena - Questi episodi devono essere affrontati tutti insieme e valutati per quello che sono: un'anomalia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA