Donadoni, l'azzurro?Ora penso al Bologna

Tornare ct? Non lo vedrei come un risarcimento

(ANSA) - FIRENZE, 7 MAR - "Un mio ritorno sulla panchina della nazionale? Non la vivrei come una sorta di risarcimento.
    Non sono il tipo che fa simili ragionamenti. Allenare l'Italia è un motivo di grande orgoglio come lo è stato per me in passato". Roberto Donadoni, a margine dell'assegnazione della Panchina d'Oro oggi a Coverciano, commenta le voci che lo vorrebbero fra i papabili a succedere a Antonio Conte. "Fare l'allenatore della Nazionale è un ruolo importante e delicato, va vissuto come un grande traguardo e una grossa responsabilità - ha proseguito l'attuale tecnico del Bologna - Chiunque sarà il ct dovrà essere animato da grandi stimoli e avere i brividi sulla pelle. Per me in azzurro è sempre stato così sia da giocatore che da allenatore. Adesso comunque sono a Bologna e mi ci trovo benissimo. Vedremo cosa accadrà, al momento di vero e reale c'è solo il Bologna".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA