Totti, Mihajlovic: "Serviva più rispetto"

"Difficile smettere, a Roma quando tocchi Capitano è un casino"

"Con più chiarezza e rispetto magari non si arrivava a questo": Sinisa Mihajlovic commenta così la rottura fra il capitano della Roma Francesco Totti e il suo allenatore Luciano Spalletti, senza prendere posizione e facendo una "riflessione generale" sulla difficoltà di appendere gli scarpini al chiodo: "Un calciatore deve smettere quando è all'apice della carriera". "Ho rispetto per Spalletti e Totti è un mio amico, non so cosa succede e non voglio entrarci - è la premessa dell'allenatore serbo del Milan, ex compagno di squadra del numero 10 giallorosso -. Dico solo una cosa, che vale per entrambe le parti: con più chiarezza e rispetto magari non si arrivava a questo. A Roma, quando tocchi Totti è un casino, e secondo me giustamente. Mi dispiace per Francesco, ma penso che anche Spalletti abbia le sue motivazioni. Guardando solo da fuori non hai una situazione chiara".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA