Mancini, in ritiro per concentrarci

Nulla di punitivo,serviva cambiare qualcosa in momento difficile

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 19 FEB - "Siamo andati in ritiro per stare più tranquilli e concentrarci. Non c'è stato nulla di punitivo. Chiaramente non piace a nessuno, perché tutti abbiamo una famiglia. Ma era giusto cercare di cambiare qualcosa e virare una situazione negativa". Il tecnico dell'Inter Roberto Mancini, alla vigilia della sfida contro la Sampdoria, spiega i motivi del ritiro senza però fare drammi: "In sei partite abbiamo perso due volte. Siamo ancora in ballo". Contro la Sampdoria non ci sarà Kondogbia squalificato "spero gli tolgano una giornata" e neppure Medel. Spazio dunque a Melo: "Spero torni quello di inizio stagione". Poi Mancini si complimenta con Palacio: "E' un giocatore straordinario per tutto quello che fa.
    Eder? E' un ex ma non credo che sarà condizionato. Anche senza gol è sempre stato importante".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA