Savona-Teramo: Procura ancora al lavoro

L'11/3 incidente probatorio su tablet e cellulari degli indagati

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Procura di Catanzaro ancora al lavoro per chiudere l'inchiesta Dirty Soccer: è stato fissato per l'11 marzo l'incidente probatorio su telefonini e tablet sequestrati agli indagati, chiesto a suo tempo dai loro difensori e che interesserà anche i cellulari e gli strumenti informatici sequestrati al presidente del Teramo Luciano Campitelli e all'ex ds dei biancorossi Marcello Di Giuseppe.
    Il Teramo venne coinvolto nell'inchiesta all'interno di un secondo filone d'indagine, con Campitelli e Di Giuseppe raggiunti da un avviso di garanzia nell'ambito degli accertamenti sulla partita Savona-Teramo. Gara che per la Procura di Catanzaro sarebbe stata comprata dalla dirigenza del Teramo per 30mila euro, mentre la giustizia sportiva ha condannato il club biancorosso alla revoca del titolo per la Serie B e alla permanenza in Lega Pro da -6 punti.
    Penalizzazione che potrebbe essere rivista dopo che il Collegio di garanzia ha rinviato gli atti alla Corte d'appello per rivalutare la sussistenza delle aggravanti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA