Mancini, stop alle strumentalizzazioni

Il tecnico dell'Inter e la lite con Sarri, pretendo rispetto

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Le esternazioni nel dopogara di Napoli sono semplicemente in linea con la mia storia e la mia cultura calcistica. Non chiedo di condividere il mio modo di stare nel calcio, ma pretendo rispetto: in queste ore si sta montando una polemica e si stanno creando fazioni che spostano l'attenzione dal vero problema. Vorrei che si mettesse un punto a questa storia". Lo dice l'allenatore dell'Inter Roberto Mancini in una nota sul suo sito.
    "Non ho mai utilizzato quel termine perché non ha mai fatto parte del mio linguaggio", aggiunge il tecnico che vuole si fermi ogni "strumentalizzazione, non ultima quella secondo cui, 15 anni fa, sarei stato perfino autore dello stesso insulto nei confronti di un giornalista: cosa non vera".
    Il giornalista è Alessio Da Ronch, della "Gazzetta dello Sport", il quale conferma la vicenda ricostruita oggi su alcuni siti: una lite per motivi professionali avvenuta a Firenze di fronte a numerosi testimoni, nella quale Mancini lo avrebbe insultato usando anche il termine "frocio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA