Ferrero, con Sarri due pesi e due misure

Il patron della Samp, io per un errore geografico presi 50 anni

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Qui si fanno sempre, come direbbe mio nonno, due pesi e due misure. Io ho fatto un errore geografico e ho preso, diciamo, 'cinquant'anni'; questo (Sarri, ndr) ha detto di tutto e ha preso due giornate. Ma che è? Il calcio non è sempre uguale oppure siamo tutti figli di Dio? Com'è la storia?". Massimo Ferrero commenta così, a SampTv, la squalifica per due giornate comminata in Coppa Italia a Maurizio Sarri, allenatore del Napoli prossimo avversario proprio dei blucerchiati, dopo la lite con Roberto Mancini.
    Ferrero ha ricordato la squalifica subita quando definì Erick Thohir, presidente dell'Inter, "un filippino", frase per la quale venne inibito per tre mesi, oltre a ricevere un'ammenda di 10mila euro.
    "Domenica ce l'andiamo a giocare - dice poi il presidente della Sampdoria - Secondo me, i ragazzi devono capire che, quando vogliono, vinciamo su tutti. E comunque, che vinca il migliore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA