Rio 2016: crisi morde, tagli per 200 mln

Ridimensionati alcuni impianti, venduto il 47% dei biglietti

(ANSA) - ROMA, 2 MAR - La crisi economica si abbatte sulle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Gli organizzatori hanno informato il Comitato olimpico internazionale di aver tagliato di 900 milioni di reais (circa 200 milioni di euro) il preventivo di spesa per l'organizzazione dei Giochi, pari ad un -12% sul totale di 7,4 miliardi di reais (circa 1,6 miliardi di euro), senza le infrastrutture cittadine.
    I tagli, secondo il sito "Estadao", incideranno soprattutto sulle installazioni sportive e sulle costruzioni temporanee, mentre alcune opere saranno ridimensionate. La metro leggera, ad esempio, opererà solo da Ipanema a Barra, sede dei Giochi, senza fermarsi alle altre stazioni. Cancellata anche la tribuna galleggiante nella laguna Rodrigo de Freitas per le gare di canottaggio.
    Il presidente di Rio 2016 Carlos Arthur Nuzman, intanto, ha annunciato nella sede del Cio, a Losanna, che a 5 mesi dalla cerimonia inaugurale è stato venduto solo il 47% dei biglietti.
    Si ritiene, invece, che non vi saranno problemi per il virus Zika.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA