Golf, Mickelson "grande Slam lontano"

Maledizione US Open per l'americano che punta ultimo Major 2019

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - "La verità è che non avrò più molte possibilità e probabilmente non riuscirò a vincere l'US Open e completare il Grande Slam".
    Questo il rammarico di Phil Mickelson che, per la sesta volta consecutiva, nella 119/a edizione dell'US Open (vinta da Gary Woodland) ha perso la chance per coronare una carriera super. Il mancino di San Diego, che proprio domenica scorsa ha compiuto 49 anni, si è piazzato solo 52/o. Dopo sei secondi posti nella rassegna, è continuata la maledizione per "Lefty". Con l'US Open che, per Mickelson, appare davvero stregato. Seppur con grande amarezza il campione americano guarda già al prossimo appuntamento. Nel mirino ora c'è l'Open Championship (18-21 luglio). A Portrush (Irlanda del Nord) sarà Francesco Molinari a difendere il titolo. Mentre Mickelson tenterà il bis dopo il successo del 2013.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA