Doping: Iaaf conferma stop Russia

Per la Federatletica internazionale, non ha fatto abbastanza

(ANSA) - ROMA, 11 MAR - Nessun via libera, l'atletica russa resta sospesa. La Iaaf ha infatti deciso che in materia di doping la Russia non ha ancora fatto abbastanza per riformare il suo programma e si deciderà probabilmente a maggio, in tempo per le Olimpiadi di Rio de Janeiro, se gli atleti saranno riammessi oppure no. Lo ha annunciato il presidente della Federatletica internazionale Sebastian Coe al termine della riunione del Consiglio a Monaco, sottolineando che la Russia ha fatto qualche progresso, "ma è necessario fare interventi più importanti" per giustificarne la riammissione nel panorama mondiale. Una decisione arrivata all'unanimità.
    La Iaaf ha sospeso la Russia a novembre dopo la bufera scatenata dal rapporto del'Agenzia mondiale antidoping che denunciava un sistema di doping di Stato da parte della Russia, tra corruzione e coperture. La Russia "ha ancora strada da fare", ha aggiunto Rune Andersen, a capo della task force Iaaf sul caso russo. "Ma sta cambiando la cultura del doping ed è sicuramente un primo passo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA