Napoli: ecco Lozano, e Manolas blinda la difesa

Sfuma James, si allontana Icardi; squadra molto competitiva

Due titolari pesanti in piu' come Manolas e Lozano, in attesa di un ripensamento di Mauro Icardi.
    Con mano sicura e idee chiare De Laurentiis prova a colmare il gap tra il suo Napoli e la Juve dell'ex Sarri, amato-odiato per la scelta bianconera. Ancelotti lavora proficuamente e ha pensato bene a saldare la difesa col super innesto di Manolas, un vero affare viste le quotazioni internazionali. Con Koulibaly (per il quale ha detto no ad offerte e tre cifre) puo' allestire una difesa coi fiocchi, completata da Goulham e l'altra novita' Di Lorenzo, rivelazione dell'Empoli. E' andato via Albiol che sara' seguito da Hysaj. Il centrocampo, imperniato su Allan, Fabian Ruiz e Zielinski, si e' irrobustito con Elmas mentre sono partiti Diawara e Rog.
    Molto remunerative le cessioni (anche 30 mln per Pepe, Grassi e Inglese al Parma) che consentono al patron di cercare il colpo grosso: si e' molto affievolita la suggestione James Rodriguez come del resto la pista Icardi, visto che il giocatore vuole solo la Juve. Se dovesse arrivare l'interista potrebbe partire Milik, che non convince in fase realizzativa. Altrimenti dovrebbe arrivare l'esperto Llorente, pronto a dare il cambio al polacco. Per i rinforzi di attacco per un po' l'obiettivo si e' spostato su Pepe', che alla fine si e' accasato all'Arsenal per 80 mln mentre e' andato a buon fine il lungo corteggiamento col Psv per Lozano. Gli olandesi hanno voluto per intero la clausola di 42 mln per cui il messicano e' diventato l'acquisto piu' caro del club. La squadra e' molto solida, con un Fabian Ruiz in crescita e restano anche i pilastri Callejon, Mertens e Insigne, coi primi due fuori dell'11 titolare per far posto a Lozano. Sembra un Napoli sempre piu' maturo e seconda forza acclarata del calcio italiano.

Formazione (4-2-3-1): Meret, DI LORENZO, MANOLAS, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Zielinski, LOZANO, Fabian Ruiz, Insigne, Milik. All.: Ancelotti.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA