Roma 2024: martedì arriva presidente Cio

Bach incontra Malagò e partecipa a iniziativa in Vaticano

Il presidente del Cio, Thomas Bach, arriverà a Roma martedì ed incontrerà il numero uno del Coni, Giovanni Malagò. Lo apprende l'Ansa in ambienti olimpici. Bach parteciperà anche ad una iniziativa in Vaticano. "Siamo consapevoli del voto del Consiglio Comunale, così come siamo consapevoli del supporto del Governo Italiano e del Governo della Regione Lazio alla candidatura di Roma". Il Cio commenta così, con una dichiarazione, il voto di oggi del consiglio comunale capitolino. "Noi siamo in contatto - aggiunge il comitato olimpico internazionale - con il Comitato Promotore di Roma 2024 e con il Coni per chiarire queste circostanze politiche".

Malagò, non decido io ritiro candidatura - "Devo incontrare il presidente Bach, non è una decisione che posso prendere io. Però parto dal presupposto che una candidatura senza il consenso della città perde credibilità". Così il presidente del Coni Giovanni Malagò ha risposto a chi domandava se si fermerà la candidatura di Roma 2024 dopo la mozione votata dall'Assemblea capitolina. "E' più unico che raro essere fermati a 3/4 della corsa - ha aggiunto Malagò a Desio -. Nei prossimi giorni incontrerò il presidente del Cio, bisogna raccontargli i nuovi fatti". A proposito di una possibile impugnazione al Tar, Malagò ha spiegato che "il Coni non ha intenzione e voglia di fare nulla. Siamo rispettosi della politica. La mozione non l'ho letta, ma se c'è un riferimento ad altre città che si sono ritirate, devo dire che quelle città non si sono ritirate: quella è una cosa non vera. Si erano create delle condizioni irripetibili. Pensavamo che il problema fosse trovare voti all'esterno, non che ci fermassero all'interno. Partita chiusa? Ho sempre detto - ha risposto il presidente del Coni - che è un tavolo con tre gambe: è indispensabile avere il supporto di città, governo e comitato olimpico. Non perché sia un'esigenza obbligata ma perché si cerca di avere il consenso. Un membro del Cio magari fa fatica a darci fiducia se vede che non la dà l'Amministrazione della città. Non è tanto un fatto formale ma sostanziale". Le difficoltà politiche dell'Amministrazione comunale di Roma possono influenzare i prossimi sviluppi? "Leggo le notizie ma trovo giusto parlare solo di sport. Una persona con un carattere diverso potrebbe aggiungere altro, ma non lo trovo corretto", ha replicato Malagò, criticando però la scelta di non dare la parola nell'aula del Campidoglio alla coordinatrice del comitato organizzatore, Diana Bianchedi: "Mi dispiace molto. E' abbastanza in contraddizione con la filosofia di trasparenza, coinvolgimento e rispetto dei ruoli che impera. Non è l'atteggiamento della Giunta ma della sindaca e del movimento che è rappresentato nell'Assemblea capitolina".

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA