Studentessa si spoglia in biblioteca: il video finisce in rete

Il gesto è costato alla ragazza una denuncia per atti osceni in luogo pubblico

Redazione ANSA

Una ragazza dell’università dell’Oregon si spoglia davanti la web cam di un pc della biblioteca e il suo video finisce in rete. Il gesto è costato alla ragazza una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e la fama sui diversi siti pornografici ma anche in tutto il campus universitario. Una studentessa americana di 19 anni è finita nei guai per un video hard. La ragazza nel bel mezzo della biblioteca universitaria si è spogliata davanti la webcam di uno dei computer della sala. Il video dopo aver fatto il giro del web è finito sotto gli occhi della dirigenza dell’ateneo che l’ha denunciata. Lo segnala Skuola.net.

L’aspirante attrice di video hard si chiama Kendra Sunderland, è diventata famosa perché durante le sonnolente ore di studio in biblioteca iniziato a spogliarsi davanti un webcam. La formosa e bionda collegiale non ha lasciato nulla alla fantasia, ammiccando in maniera provocante davanti l’occhio indiscreto della webcam, ha girato un video di lei senza veli. Kendra ha pensato a svelare la sua intimità, il web a diffondere dovunque le sue gesta in modo virale. I frame delle sue forme hanno iniziato a circolare dappertutto fino a finire sui diversi siti pornografici. Ad aver visto l’esibizione sexy della studentessa non sono solo stati sconosciuti, ma anche i suoi compagni di college e la dirigenza della sua università. Il video dopo un anno è finito anche sotto gli occhi dei dirigenza accademica, che ha denunciato la ragazza per atti osceni in luogo pubblico ed eliminato lo spogliarello da uno dei più famosi siti pornografici, su cui aveva ottenuto migliaia di visualizzazioni. L'università si è scusata per aver permesso una vicenda del genere all’interno di una biblioteca della scuola, che ha messo in cattiva luce l’istituto e la sicurezza dello stesso ateneo.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in