Libro Nuzzi, Vaticano sull'orlo del crac

Si riapre anche il caso Viganò, pubblicati alcuni sms

La crisi finanziaria del Vaticano è arrivata a sfiorare il fantasma del default. A scriverlo, nel nuovo libro in uscita oggi, è Gianluigi Nuzzi che ha affidato a 'Repubblica' un'anticipazione del suo volume dal titolo "Giudizio Universale". I risultati delle indagini della task force sui conti della Santa Sede, voluta da papa Francesco, sono impietosi e raccontano di un deficit che "ha raggiunto livelli preoccupanti, a rischio di condurre al default".

Nel libro si mette in evidenza il continuo calo di donazioni che arrivano al Vaticano. "Gli scandali - scrive Ezio Mauro nel suo articolo - erodono la fiducia dei fedeli". "Giudizio Universale" riapre poi il caso Viganò, il Prefetto della Comunicazione costretto alle dimissioni dopo aver censurato una lettera di Ratzinger, pubblicando alcuni sms tra lo stesso Viganò e monsignor Georg Ganswein, prefetto della Casa pontificia che segue il papa emerito, in cui si parla proprio della missiva incriminata. 

"Stamattina l'avvocato Angela De Rosa, è andata dal Promotore di giustizia vaticano e ha consegnato una copia del libro "Giudizio universale" corredata da una breve nota da me firmata esattamente come nel novembre 2017 quando sempre lei portò una copia di "Peccato originale" da cui è nata l'inchiesta sia vaticana, sia della procura di Roma sui presunti abusi ai chierichetti del preseminario San Pio X". Lo rende noto all'ANSA, lo stesso Gianluigi Nuzzi. Alla presentazione questa sera alla Galleria Albert Sordi era prevista la presenza del ministro degli Esteri Luigi Di Maio che invece non parteciperà per impegni di governo. Ci sarà invece Kamil, il ragazzo che ha testimoniato nell'inchiesta sugli abusi del San Pio X, ha spiegato lo stesso Nuzzi.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA