Giorgis alla Giustizia, prof Diritto Costituzionale

Disse no all'Italicum e venne sostituito da Renzi in commissione

 Andrea Giorgis, nuovo sottosegretario alla Giustizia, esponente del Pd, ha 54 anni ed è nato a Torino.
    Laureato in Giurisprudenza, è professore ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Torino.
    E' stato consigliere comunale nel capoluogo piemontese dal 1997 al 2011 e durante l'amministrazione Chiamparino ha ricoperto l'incarico di presidente del gruppo consiliare dell'Ulivo e poi del Pd.
    Giorgis ha fatto parte anche della segreteria nazionale Dem e ha avuto l'incarico di responsabile delle "Riforme istituzionali". Nel febbraio del 2013 è stato eletto deputato e ha fatto parte della Commissione Affari Costituzionali, del Comitato per la legislazione e della Giunta per il Regolamento di Montecitorio.
    Andrea Giorgis è uno dei dieci deputati del Pd sostituiti da Renzi in commissione Affari Costituzionali in quanto considerati dissidenti perché contrari alla legge elettorale conosciuta come 'Italicum'. Insieme a Giorgis, tra gli altri, furono 'allontanati' Pier Luigi Bersani, Gianni Cuperlo e Rosy Bindi. Anche nel referendum confermativo del 2016 sul progetto di riforma costituzionale Renzi-Boschi, Giorgis votò per il No.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA