Orrico, un manager del digitale ai Beni Culturali

Nata a Cosenza è stata portavoce M5s alla Camera

"Mi piace definirmi un project manager del cambiamento, attenta a ciò che nel mondo e nel mercato si muove sul piano dell'innovazione sociale, culturale e tecnologica". Così Anna Laura Orrico, da oggi sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività culturali, si definiva da sola in un profilo scritto come candidata con il Movimento Cinque stelle con il quale poi, dal 10 marzo 2018, è entrata in Parlamento come deputata. Nata a Cosenza il 29 dicembre 1980, è laureata in Scienze politiche e ha il profilo manageriale dell'imprenditrice nel settore dell'innovazione digitale. Nel suo curriculum, l'ideazione di eventi per le aziende, per il settore culturale e le organizzazioni non-profit. E' stata co-founder di Talent Garden Cosenza, il primo spazio di coworking in Calabria dedicato all'innovazione digitale. Portavoce M5s alla Camera dei Deputati è stata componente della Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo. Il suo mantra: "Sembra sempre impossibile finché non viene fatto".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA