Dl crescita: fonti M5s, stralcio emendamento su fondi

Testo sulle Autonomie in Cdm la prossima settimana

Tensione in Cdm sul decreto crescita che viene rinviato in commissione ma, assicurano fonti della Lega, solo per un passaggio formale.

Accordo positivo sul decreto crescita, che torna in commissione per alcune modifiche meramente tecniche. Lo comunicano fonti della Lega. 

L'emendamento sul trasferimento dal ministero del Sud dei Fondi di Sviluppo e Coesione al dl crescita, al centro dello scontro odierno tra M5S e Lega, verrà stralciato. Lo si apprende da fonti del M5S.

"Il rinvio del decreto crescita è l'ennesima prova del caos del Governo. C'è bisogno di lavoro e investimenti ma producono parole, spartizioni, litigi. Dobbiamo difendere l'Italia da questo Governo". Così su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

"La prossima settimana" il testo sulle Autonomie approda in Consiglio dei ministri. Lo annunciano fonti di governo della Lega sottolineando "l'impegno a tutelare i 15000 lavoratori dell'Ilva".

Il Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani ha informato il Consiglio dei ministri sullo stato avanzato dell'iter di attuazione dell'art. 116 comma terzo della Costituzione, con riferimento alle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Ha inoltre informato il Consiglio dei ministri delle richieste pervenute dalle regioni Piemonte, Liguria, Toscana, Marche, Umbria e Campania, il cui iter è ancora in fase iniziale. Lo rende noto il comunicato finale del Consiglio dei ministri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA