Immigrazione: Di Maio, Francia neocolonialista su Africa

Il vicepremier: "Lasciamo in pace gli africani e non partiranno più"

"Non bisogna parlare solo degli effetti dell'immigrazione. E' troppo semplice. La Francia per 14 paesi africani e 200 milioni di africani stampa una moneta e la eroga avendo diritto di importazione di materie prime da questi Paesi. C'è uno stato europeo che utilizza le risorse di quegli Stati e blocca lo sviluppo di quell'economia". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio rispondendo a Unomattina a una domanda sulle accuse di necolonialismo alla Francia. "Io non sono per dare di più all'Africa - ha detto - sono per togliere di meno. Lasciamo in pace gli africani e non partiranno più. Se continuiamo con questo neocolonialismo avremmo i soliti danni. Non è un attacco alla Francia ma a Macron e alla sua ipocrisia. Ci fa una lezione sull'immigrazione quando partecipa a queste campagne d'Africa economiche che continuano a impoverire quei Paesi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA