Governo, Berlusconi spariglia ancora: 'Nostro leader è Salvini'

L'ex premier da Campobasso: 'Mai parlato di dialogo con il Pd'. Dem attendono indicazioni Colle

Torna in campo per sparigliare di nuovo le carte Silvio Berlusconi dopo le tensioni di ieri con il leader della Lega. "Lo stato di salute del centrodestra? Tutto bene. Anche ieri sera ho parlato con Giorgetti e siamo sempre assolutamente convinti che dobbiamo fare un governo: il centrodestra è unito e Matteo Salvini è la persona che deve esprimere il leader", ha detto a Campobasso. Escludendo, tra l'akltro, di avere un filo diretto con i Dem. "Non ho mai detto - ha sottolineato - di voler fare un governo coi voti del Pd. Non c'è nessun contatto in atto con il Pd. Ho solo detto che avremo dovuto presentarci in Parlamento con il nostro programma e raccogliere i voti di tutti coloro che non ritenessero cosa buona per l'Italia e per loro andare a nuove elezioni".

Intanto tra i Dem c'è attesa per le decisioni del capo dello Stato. Il segretario reggente Maurizio Martina invita alla calma. "Adesso - dice - noi dobbiamo fare una cosa: aspettare le indicazioni del presidente Mattarella e capire quale sarà lo scenario da lunedì". Ma la minoranza è in pressing. "Il Pd non riesce ad imboccare la strada per una discussione che era già urgente il giorno dopo del voto ed ora diventa drammaticamente urgente. Tutti i modi in cui ci si può confrontare dentro e fuori il partito sono utili: compresa l'ipotesi di un congresso", dice Andrea Orlando.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA