Boldrini,dietro fotomontaggi c'è Salvini

Campagna messa in atto da chi vuole sovvertire democrazia

(ANSA) - MILANO, 7 FEB - I fotomontaggi "sono minacce aggravate, come la polizia le definisce": lo ha detto Laura Boldrini a Radio Popolare. Dietro queste minacce "c'è una motivazione: io chiamo le cose con il loro nome, denuncio l'insorgere di nuovi gruppi fascisti nel Paese e sulla rete". "Il fatto che io sia presidente della Camera non viene accettato da uno zoccolo duro di misoginia che non accetta che una donna possa portar avanti queste battaglie. Su di me si scatena la furia violenta della galassia di estrema destra e di cattivi maestri che vanno in tv, come Matteo Salvini". "Ogni volta che c'è un atto criminale commesso da un immigrato, Salvini dice che è una risorsa boldriniana. Da molti anni alimenta odio e rabbia contro diversi soggetti sociali e contro di me perché ha deciso qualcosa che non è vero. Che io dico che tutti migranti devono venire in Italia è una fake news". E' "una campagna messa in atto da chi vuole sovvertire i principi di democrazia del nostro Paese e della Costituzione, che è solidale e inclusiva".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA