Comunali Rieti: schede distrutte, stop verifiche Tar

Mancano le schede inutilizzate, Prefettura sospende la procedura

La Prefettura di Rieti ha sospeso per 24 ore la procedura di verifica delle schede scrutinate in 8 sezioni al ballottaggio per le comunali di Rieti del 25 giugno scorso, disposta dal Tar del Lazio. A quanto si è appreso le schede elettorali non utilizzate, autenticate e non, sono state già distrutte dal Tribunale di Rieti rendendo di fatto impossibile la verifica ordinata dal Tar dopo aver accolto il ricordo dell'ex sindaco Simone Petrangeli. La Prefettura di Rieti ha immediatamente informato il Tribunale amministrativo del Lazio dell'assenza delle schede e ha aggiornato la commissione di verifica a domani alle 9.30. "E' un fatto di gravità inaudita che il tribunale abbia distrutto una parte delle schede in presenza di un ricorso pendente al Tar". Così l'ex sindaco di Rieti, Simone Petrangeli.
   

 "Semplicemente sconcertante quanto accaduto questa mattina in Prefettura. Valga a commento la celebre frase di Andreotti: a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina". E' quanto afferma in una nota il sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, commentando quanto accaduto questa mattina durante le operazioni di verifica sul voto del ballottaggio del 25 giugno. L'avvio della verifica, disposta dal Tar del Lazio dopo il ricorso promosso dall'ex sindaco Simone Petrangeli, è stato aggiornato dalla Prefettura a domani a causa dell'indisponilità delle schede non utilizzate, autenticate e non, nel frattempo distrutte dal Tribunale. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA