Iraq: M5s, ha deciso tutto Kerry

Mosul? Prendiamo un appalto in cambio di una guerra

(ANSA) - ROMA, 3 FEB - "Secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa appare ormai evidente che l'invio dei nostri militari a Mosul, in Iraq, è giunto a seguito di una forte pressione del segretario di Stato Usa John Kerry, come lui stesso non ha faticato a dichiarare. Insomma, ci stiamo prendendo un appalto in cambio di una guerra senza che il Parlamento sia stato chiamato ad esprimersi". Lo dichiarano, in una nota congiunta, i deputati M5S delle Commissioni Esteri e Difesa, che concludono: "Continuiamo ad essere schiavi degli interessi Usa. Anche in questa occasione ha deciso tutto Kerry durante la sua visita a Roma".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA