Migranti: Ai Weiwei "morto" come Aylan sulla spiaggia Lesbo

Foto per magazine indiano divide, "strumentalizzazione"?

L'artista cinese Ai Weiwei posa come il piccolo Aylan Kurdi sulla spiaggia di Lesbo per non far dimenticare la tragedia dei bimbi siriani morti in mare. Ma l'immagine del dissidente, scattata da Rohit Chawla per il magazine India Today, ha diviso e fatto discutere.
La foto, presentata nel fine settimana all'India Art Fair in una mostra intitolata 'L'Artista', e' diventata onnipresente sui social network. "E' un'idea che ci e' venuta spontaneamente", ha detto l'artista alla Cnn: "Poco prima avevamo parlato di quel bambino morto". L'artista si e' installato a dicembre nell'isola diventata la "nuova Lampedusa" delle migrazioni nel Mediterraneo e la sua nuova "creazione" ha provocato polemiche. Per quanti hanno definito "potente" la reinterpretazione della morte di Aylan, altrettanti hanno definito "strana" l'ultima mossa di Ai: "ci serviva davvero qualcosa di più dell'immagine originale?", e' uno dei pareri negativi emersi su Twitter. Aylan Kurdi e' annegato con il fratellino Galip in settembre nell'Egeo. Il suo piccolo cadavere e' stato trovato a faccia in giu', come addormentato, su una spiaggia di Bodrum in Turchia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultima ora