Riforme: al via in Aula ddl Boschi senza mandato a relatore

Prende il via nell'Aula del Senato l'esame del ddl Boschi senza che il relatore abbia ricevuto il mandato a riferire all'Assemblea. La presidente della commissione Affari Costituzionali, Anna Finocchiaro, riferirà solo sull'andamento dei lavori, ma non in veste di relatore. La Commissione non è riuscita infatti a concludere i suoi lavori con una votazione. Alle 15 non erano ancora ultimati gli interventi previsti. E la Conferenza dei Capigruppo di Palazzo Madama aveva previsto che entro quell'ora il testo dovesse comunque approdare in Aula.

De Petris (Sel), avete messo tagliola - "Il fatto che si sia deciso che domani tassativamente alle 17 si cominci a votare, a prescindere da come andrà il dibattito in Aula, significa che sul ddl Boschi avete messo la "tagliola". E vorrei che lo diceste apertamente...". La capogruppo del Misto-Sel, Loredana De Petris, commenta così nell'Aula del Senato la decisione di "contingentare di fatto" i tempi del dibattito sul ddl di riforma costituzionale arrivato all'esame dell'Assemblea senza che il relatore abbia ricevuto il mandato a riferire.

Grasso, non previsto contingentameno tempi - "Non è previsto il contingentamento dei tempi e non c'è un orario di chiusura dell'Aula quindi non si possono restringere i tempi della discussione". Il presidente del Senato Pietro Grasso risponde così a chi gli chiede, dopo l'intervento piuttosto lungo di Roberto Calderoli, "quali tempi si prevedano per la seduta visto che si sono iscritti a parlare in 93" senatori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA