Australia, scatta divieto scalare Ayers

Anangu, che lo chiamano Uluru, vincono dopo decenni controversie

(ANSA) - SYDNEY, 25 OTT - Si conclude oggi una lunga controversia culturale in Australia: scatta infatti il divieto di scalare la montagna sacra aborigena di Uluru (chiamata Ayers Rock dai colonizzatori britannici), che si erge nel centro desertico dell'Australia ed è meta sin dagli anni '50 di un flusso ininterrotto di turisti. Il divieto ai visitatori di scalarla soddisfa dopo decenni le richieste gli originali abitanti dell'area, gli aborigeni Anangu, che si oppongono all'uso ricreativo della montagna e considerano i sentieri verso la cima luoghi sacri rituali, proibiti agli estranei.
    Centinaia di turisti anche oggi nell'ultimo giorno di accesso, come nelle scorse settimane, hanno affollato gli scoscesi sentieri che portano alla cima del monolito di arenaria rossa di 248 metri, con un caldo di oltre 30 gradi, gettando gli ultimi sguardi sul paesaggio lunare del centro Australia. Gli aerei in arrivo all'aeroporto di Ayers Rock erano pieni al massimo nelle ultime settimane.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA