Usa, Buttigieg svela sua politica estera

Su Iran, Israele, Corea, Cina e clima agli antipodi di Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 11 GIU - Aderire di nuovo all'accordo con l'Iran sul nucleare e a quello di Parigi sul clima; lavorare a un piano più graduale per la Corea del Nord "senza lettere d'amore ai dittatori"; dialogare con la Cina con fermezza ma senza usare i dazi come arma; sostenere Israele ma nessun soldo dei contribuenti americani al suo governo di destra se annetterà parti della Cisgiordania; pieno appoggio alla Nato senza se e senza ma: Pete Buttigieg, il trentasettenne sindaco di South Band candidato alla Casa Bianca e in sorprendente crescita nei sondaggi, ha le idee chiare. E mentre Donald Trump e Joe Biden in Iowa si scambiano accuse e insulti, lui all'università dell'Indiana svela la sua visione di politica estera a 360 gradi. Un'agenda da Commander in chief diametralmente opposta a quella del tycoon, ma molto più avanti anche rispetto a quella degli altri candidati democratici che brucia sul tempo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA