Moglie capo locale Kkk confessa omicidio

In Missouri, dopo richiesta divorzio

(ANSA) - WASHINGTON, 20 APR - La donna di un leader del Ku Klux Klan nello stato del Missouri ha confessato di averlo ucciso due anni fa, dopo che aveva chiesto il divorzio, ed è stata condannata all'ergastolo.
    Malissa Ancona, 47 anni, inizialmente aveva accusato il figlio Paul Jinkerson della morte del marito ma poi in aula ha cambiato versione assumendosi ogni responsabilità.
    La donna ha raccontato di aver ammazzato il marito, Frank Ancona, 51 anni, sparandogli due colpi d'arma da fuoco mentre era a letto e di aver scaricato il suo corpo in un fiume.
    Poi denunciò la sua scomparsa e lanciò un appello su Facebook per il suo ritrovamento.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA