Obama saluta, non tradire valori America

A fine discorso 'Yes, we can' e promette 'non mi fermo'

(ANSA) - NEW YORK, 11 GEN - "Yes we Can!". Barack Obama, al suo ultimo discorso si commuove e suggella con il suo iconico slogan il discorso di addio alla presidenza, pronunciato a Chicago davanti a 20 mila persone in delirio. "Oggi l'America è migliore", rivendica, e ricorda i cambiamenti degli ultimi otto anni, dalla legalizzazione delle nozze gay al salvataggio dell'industria dell'auto. "E' stato un onore servire gli americani, non mi fermero'", aggiunge, e afferma che il futuro del Paese dipende dalla salvaguardia di quei principi di liberta', uguaglianza, democrazia che furono dei padri fondatori, e che in questa fase soprattutto la minaccia del terrorismo rischia di intaccare. Forte l'appello contro ogni discriminazione, in particolare quelle contro i musulmani in America, ma anche quelle nei confronti di tutte le minoranze, a partire da quella afroamericana. Ovazioni per il presidente uscente e lunghi applausi alla first lady Michelle.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA