Gaffe Trump su donne e aborto, è bufera

'Da punire se lo fanno'. Poi ritratta, il medico è responsabile

 Gaffe di Donald Trump su donne e aborto. Ed è subito polemica. Intervenendo sull'emittente Msnbc, il tyccon afferma che "ci vorrebbe qualche forma di punizione" per le donne che abortiscono, nel caso in cui l'aborto fosse dichiarato illegale degli Stati Uniti. L'affermazione scatena un'ondata di critiche, che spingono Trump a interviene per precisare: il medico che "pratica l'aborto va ritenuto legalmente responsabile, non la donna, che è la vittima, così come la vita che porta in grembo". Ma la 'correzione' postuma non basta a placare le polemiche.
    Hillary Clinton e Bernie Sanders scendono subito in campo e rispondono a caldo alle 'punizioni' paventate: "Orribile" per l'ex segretario di stato; "vergognoso", secondo Sanders. Lo staff del senatore del Texas Ted Cruz prende le distanze da Trump che, in linea con la sua posizione 'pro life': a dover essere ritenuto responsabile è chi effettua l'aborto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA