Onu contro abusi sessuali peacekeeper

Risoluzione Cds dopo scandali in Rep. centroafricana e Congo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 MAR - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha approvato la sua prima risoluzione contro il crescente fenomeno degli abusi sessuali da parte dei peacekeeper delle Nazioni Unite inviati per proteggere i civili in alcune delle aree più a rischio del mondo. Un passo che segue uno scandalo recente, in particolare nella Repubblica centroafricana e in Congo, con bambini come vittime. Nel 2015 ci sono state 69 denunce, cui se ne aggiungono altre 25 per quest'anno. La risoluzione, approvata con 14 voti a zero sostiene il piano di riforma del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon, compresa la decisione di rimpatriare i militari o le unità di polizia "dove c'e' la prova credibile di uno sfruttamento o abuso sessuale ampio o sistematico". Il documento chiede a Ban anche di rimpiazzare i contingenti dove le accuse non sono adeguatamente investigate, gli autori non sono considerati responsabili o il segretario generale non e' informato sui progressi delle indagini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA