Usa: morto bambino con cancro che sognava fama in Cina

Suo ultimo desiderio su Fb aveva suscitato ondata reazioni web

E' morto Dorian Murray, il bambino americano di otto anni con un cancro in fase terminale che aveva espresso come suo ultimo desiderio quello di diventare famoso in Cina, suscitando una ondata di risposte nei social network. La notizia e' stata annunciata sulla pagina facebook del ragazzo, come riferisce la Ap. A Dorian, che viveva a Westerly, nel Rhode Island, era stata diagnosticata una rara e incurabile forma di cancro pediatrico quando aveva quattro anni. Dopo la sua diffusione al midollo spinale alcuni mesi fa, la sua famiglia aveva deciso di sospendere la chemioterapia per fargli godere il poco tempo rimasto da vivere. Dorian aveva espresso il desiderio di diventare famoso in Cina prima di andare in paradiso e suo padre, Chris, un poliziotto di Stonington, Connecticut, aveva postato il desiderio del figlio sulla sua pagina Fb, invitando la gente ad usare l'hashtag #DStrong, che ha fatto il giro del mondo, diventando subito un 'trending topic' sui social media. Al bambino sono arrivati auguri e foto da ogni dove, compresa la sua amata Cina, dove molti si sono fotografati sulla Grande Muraglia tenendo cartelli con l'hastag creato per lui. A Dorian e alla sua famiglia sono arrivati anche inviti a viaggiare in Cina ma sono stati declinati per la salute del ragazzo. L'assemblea generale di Rhode island ha dichiarato il 20 gennaio "#DStrong day", mentre la famiglia del bambino ha annunciato la nascita di una fondazione intitolata al figlio per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro pediatrico e per aiutare le famiglie con bambini affetti da questa patologia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA