Corte Suprema Usa, scontro su aborto

'Saggi' divisi su restrizioni Texas. Obama pensa a una donna

(ANSA) - WASHINGTON, 3 MAR - La Corte Suprema americana al primo test del dopo Scalia si ritrova spaccata e di fatto 'paralizzata' davanti ad un caso controverso quando complicato, sulla legge che regola l'aborto in Texas. Uno dei grandi temi che da sempre divide l'America e che adesso rischia di irrompere nel dibattito per la successione del giudice Antonin Scalia di recente scomparso, così come - inevitabile effetto collaterale ormai - nella campagna per le presidenziali che va facendosi di ora in ora più infuocata. All'esame sono le leggi restrittive in Texas sulle cliniche che effettuano aborti, ovvero gli standard stabiliti affinché queste operino, con il rischio che se l'interpretazione più restrittiva dovesse prevalere molte di queste siano costrette a cessare le loro attività. Intanto spunta anche il primo nome papabile che Obama potrebbe a breve presentare in Senato. Si tratta di un'altra donna, Jane Kelly di 51 anni, che sarebbe la terza nomina di questo presidente alla Corte suprema e la terza donna.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA