Israele: lista araba, 'incarico a Gantz'

Rivlin, 'momento storico'. Mai arabi avevano espresso preferenze

Il presidente israeliano Reuven Rivlin prevede di concludere oggi le consultazioni avviate ieri per stabilire a chi affidare l'incarico di formare il nuovo governo. Ieri a favore di Benny Gantz si sono espressi i 33 deputati del suo partito Blu Bianco e - secondo quanto si è appreso la scorsa notte - solo 10 dei 13 deputati della Lista araba unita. Benyamin Netanyahu ha ricevuto ieri il sostegno dei 31 deputati del Likud e di 9 deputati del partito ortodosso Shas. In mattinata Rivlin riceverà i rappresentanti di due liste di sinistra favorevoli a Gantz - i laburisti di Amir Peretz e Campo democratico (complessivamente 11 seggi) - e gli esponenti di due liste di destra sostenitrici di Netanyahu: Unione della Torah e Yemina, che complessivamente hanno 15 seggi. Secondo i media Gantz prevede di incontrare oggi Avigdor Lieberman, dopo che ieri da Rivlin il suo partito Israel Beitenu (8 seggi) non ha espresso alcuna preferenza fra i due candidati.

"Nelle circostanze attuali, l'unico governo che può essere costituito è un governo allargato di unità": lo ha ribadito il premier Benyamin Netanyahu incontrando oggi i deputati del suo partito Likud. "L'unico modo per farlo è di sedersi e di parlare" ha aggiunto, riferendosi alla sua apertura di domenica al leader centrista Benny Gantz, finora rimasta senza risposta. Nel frattempo il Capo dello Stato Reuven Rivlin ha concluso le consultazioni con i rappresentanti delle liste rappresentate in parlamento: 55 deputati gli hanno consigliato di affidare a Netanyahu l'incarico di formare il nuovo governo, e 54 a Gantz. Gli altri non hanno espresso preferenze. Rivlin, secondo la radio pubblica, potrebbe convocare Netanyahu e Gantz in serata.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA