Siria: 30 morti in raid aerei su Ghuta

Ieri oltre 100 morti in raid su tutto territorio siriano

Trenta civili sono rimasti uccisi nelle ultime ore - secondo un bilancio non verificabile in maniera indipendente - in raid aerei russi e governativi siriani sulla Ghuta, a est di Damasco. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui la maggior parte delle vittime si registrano tra Kfar Batna e Zamalka, due località dell'area teatro della massiccia offensiva lealista in corso da un mese.
 Nella sola giornata di ieri in bombardamenti in tutta la Siria sono rimasti uccisi oltre 100 civili, 72 dei quali nella Ghuta orientale, gli altri nell'enclave curda di Afrin, sotto attacco dei turchi.

Continua intanto l'esodo di civili da Afrin, l'enclave curdo-siriana nella Siria nord-occidentale investita da due mesi dall'offensiva militare turca: secondo l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), sono circa 150 mila i civili che da mercoledì a stamani sono fuggiti dalla cittadina di Afrin, martellata anche nella notte - secondo fonti locali - da raid aerei e di artiglieria delle forze turche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA