Netanyahu, contatti per evitare crisi

Braccio di ferro su arruolamento ortodossi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 MAR - Il premier israeliano Benyamin Netanyahu è impegnato in una serie di contatti con dirigenti dei partiti della sua coalizione per sventare in extremis una crisi che porterebbe ad elezioni anticipate. Secondo i media Netanyahu nelle ultime ore ha avuto colloqui con il ministro delle finanze Moshe Kahlon (leader del partito centrista Kulanu), con il ministro dell'istruzione Naftali Bennet (leader del partito nazionalista religioso Focolare ebraico) e con il ministro della difesa Avigdor Lieberman (leader del partito laico di destra Israel Beitenu).
    Al centro dei colloqui la richiesta di due partiti ortodossi di presentare alla Knesset (parlamento) in lettura preliminare una legge che di fatto esonererebbe in massa i giovani ortodossi dal servizio militare o da un servizio civile sostitutivo. Lieberman trova però inaccettabile quella legge nella sua forma attuale e minaccia che il suo partito voterà contro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA