Marocco: un garage rosa per due sorelle

La sfida di Raja e Najilae: 'Princess auto' per abbattere i tabù

(ANSAmed) - RABAT, 17 FEB - Sognano di aprire un'autofficina tutta loro, con le pareti rosa e l'arredo femminile. E sanno già quale sarà l'insegna: "Princess auto". Rajae e Najlae Lachqa, 22 e 23 anni, due sorelle di Tetouan, nel Nord del Marocco, studiano da meccanico. "È sempre stata la mia passione e ho trascinato anche mia sorella", ha raccontato Najilae. Sono le uniche donne della classe. E se riusciranno a realizzare il progetto romperanno più di un tabù.
    Facile vedere una donna al volante, in Marocco. Ma se poi l'auto ha un problema impossibile che sia la proprietaria ad andare dal meccanico: è considerato disdicevole, praticamente quasi una vergogna, perché quello è territorio maschile. Ma se l'autofficina fosse di due donne, tutto sarebbe diverso, hanno pensato Raja e Najilae. Il piano ha convinto l'agenzia statunitense di sviluppo Usaid, che aiuta i giovani a entrare nel mondo del lavoro, nell'ambito del programma 'Let Girls Learn', presentato lo scorso giugno in Marocco da Michelle Obama e Meryl Streep.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA