Palestinesi rivendicano Rotoli Mar Morto

All'Unesco. Ambasciatore Israele, è una 'provocazione'

(ANSAmed) - TEL AVIV, 6 NOV - Dopo il recente braccio di ferro per una controversa risoluzione su Gerusalemme, l'Unesco torna ad essere terreno di scontro fra israeliani e palestinesi.
    Secondo quanto riferito da radio Gerusalemme, la delegazione palestinese all'Unesco esige che Israele restituisca i Rotoli del Mar Morto scoperti nelle grotte di Qumran (deserto di Giudea) negli anni 1947-56. Sono stati trovati, ha aggiunto la delegazione, in terre palestinesi e rientrano nel retaggio storico dei palestinesi. Dopo la loro scoperta i Rotoli furono per lo più conservati nel Museo Rockefeller di Gerusalemme est, allora parte della Giordania; passarono sotto controllo israeliano in seguito alla Guerra dei sei giorni del 1967. L'ambasciatore israeliano all'Unesco Carmel Shamma ha-Cohen - che si trova a Gerusalemme per consultazioni dopo che Israele ha sospeso i rapporti con l'agenzia dell'Onu - ha replicato alla emittente che si tratta di una ''provocazione'' ed ha accusato i palestinesi di voler ''riscrivere la Storia''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA