Aqmi rivendica nuovo rapimento svizzera

La donna era stata già ostaggio dei jihadisti nel 2012

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - Il rapimento della cittadina svizzera Beatrice Stockly, sequestrata per la seconda volta a Timbuctu, è stato rivendicato da Al Qaida per il Maghreb islamico (Aqmi). Lo riferisce il direttore del gruppo per il monitoraggio dei siti jihadisti Site Rita Katz. La donna era stata rapita nell'aprile del 2012, sempre nella città del Mali dove vive da anni, e liberata dopo dieci giorni in seguito alla mediazione del Burkina Faso. Il nuovo sequestro è avvenuto l'8 gennaio scorso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA