Yair Lapid, licenziamento atto codardia

Premier si è arreso a partiti degli ultraortodossi

(ANSA) - TEL AVIV, 2 DIC - ''Un atto di codardia e di perdita di controllo''. Cosi' il ministro delle finanze e leader centrista Yair Lapid ha definito l'iniziativa del premier Benyamin Netanyahu che lo ha ''licenziato'' dal governo insieme al ministro alla giustizia Tizpi Livni. Lapid ha accusato Netanyahu di essersi arreso ai partiti degli ultraortodossi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA