Salvati 2 esploratori al Polo nord

Dopo 1.800 km in 2 mesi finito il cibo, recuperati da colleghi

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Si sono salvati per il rotto della cuffia il sudafricano Mike Horn e il norvegese Boerge Ousland, due esploratori che dopo aver percorso dal 23 novembre scorso 1.800 km tra i ghiacci del Polo nord con temperature fino a -40 gradi C, stavano finendo le scorte di cibo. Non ce l'avrebbero fatta se non fosse stato per l'intervento di due intrepidi norvegesi, Bengt Rotmo e Aleksander Gamme, che nonostante una tempesta in corso, sono riusciti a raggiungerli e portarli in salvo. I quattro si trovano ora sulla nave da ricerca polare norvegese, la Lance, che a breve li trasferirà sulla Pangaea, per portarli alle Svalbard. L'organizzatore della spedizione, Lars Ebbesen, che stava mantenendo i contatti con entrambe le squadre via telefono satellitare, ha detto alla BBC che la squadra di Horn-Ousland non voleva essere salvata in elicottero, ma che ha preferito di incontrarsi con la coppia norvegese. Il vento però aumentava e avevano poco cibo. Se fossero rimasti intrappolati non sarebbero sopravvissuti.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA