Berlino, giubbotto salvataggio su statua

Messo da attivisti a sostegno Ong che operano nel Mediterraneo

 Un gruppo di attivisti ha messo un enorme giubbotto di salvataggio al "Molecule Man", uno dei landmark di Berlino, per richiamare l'attenzione sui migranti che muoiono nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l'Europa dal Nordafrica. L'installazione, che emerge da un'ansa della Sprea, è alta 30 metri ed è stata progettata e realizzata dallo scultore americano Jonathan Borofsky; è completamente in alluminio e pesa 45 tonnellate. Le tre persone che si abbracciano rappresentano l'unione delle molecole di tutte le persone necessaria per la sopravvivenza umana. Gli attivisti, che dicono di sostenere le Ong impegnate nei salvataggi del Mediterraneo, l'hanno scalata e le hanno messo addosso un giubbotto arancione, mentre una barca che le navigava vicina esponeva uno striscione con la scritta "Cinque anni e oltre 18mila vite perse".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA