Brexit: Johnson rilancia ribellione

Mentre 1400 avvocati contestano premier su 'no' a referendum bis

Il piano "segreto" attribuito alla premier Theresa May per un accordo di divorzio da Bruxelles sulla Brexit, destinato a prevedere secondo indiscrezioni una permanenza temporanea dell'intera Gran Bretagna nell'unione doganale, è "uno schifo assoluto". A esprimersi in questi termini è il suo ex ministro degli Esteri, Boris Johnson, brexiteer ultrà, che dalle colonne di oggi del Sun rilancia l'appello a una ribellione nei confronti di May all'interno del Partito Conservatore e nello stesso consiglio dei ministri.
    Mentre dal fronte opposto 1400 avvocati britannici sollecitano all'inverso l'inquilina Tory di Downing Street a rimuovere il suo veto su un ipotetico secondo referendum che rimetta in discussione l'uscita dall'Ue.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA