Kosovo: indagini su uranio arricchito

In Serbia commissione per indagare conseguenze raid Nato 1999

(ANSAmed) - BELGRADO, 14 MAG - In Serbia una apposita commissione indagherà sulle conseguenze dei bombardamenti con uranio impoverito condotti dalla Nato nella primavera 1999 durante la guerra del Kosovo. Lo ha annunciato il presidente Aleksandar Vucic denunciando un incremento dei casi di tumore fra i bambini. Inaugurando a Belgrado un Centro oncologico altamente specializzato, Vucic ha parlato dei raid Nato come di un crimine senza precedenti. "Io non avevo mai creduto fino in fondo a tali teorie, ma parlando con i medici ho appreso che l'uranio impoverito e' stata la causa di molti tumori e che la malattia e' più frequente nei bambini i cui genitori sono nati negli anni novanta", ha detto Vucic. La presidente del parlamento Maja Gojkovic da parte sua ha sottolineato che di grande aiuto sarà il rapporto della commissione d'inchiesta istituita in Italia, Paese che partecipò ai bombardamenti Nato del 1999 e nel quale circa 4 mila militari impegnati nell'operazione del Kosovo si sono ammalati di cancro e quasi 300 sono morti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA